A ritroso sortirà

flux flux

Progetto:                                 Simona Bertozzi, Marcello Briguglio
Coreografia:                           Simona Bertozzi

Assistente alla creazione:    Valentina Pagliarani
Danza:                                     Alessia Ceccarelli, Simona Bertozzi
Musiche:                                 Susumo Yokota

Produzione Nexus 2013/14 – Katriém Associazione
Con il contributo di Regione Emilia Romagna – Assessorato alla Cultura

 

Flux Flux

depone nello spazio la presenza di due testimonianze di crescita.

Una donna e una bambina.

Due prospettive anatomiche ed emotive. Due individualità colte nell’atto di produrre una grammatica di incontri, equilibri transitori, le tappe di un continuo fluire di visioni.

Camminare vicino e lontano.

Produrre linee rette e curve.

Luce e ombra.

Verticali e orizzontalità.

Il grande implode, si sgretola, contiene.

Il piccolo esplode, proietta e cresce.

E in mezzo tutte le traiettorie che segnano lo spazio e danno forma al tempo delle sfumature, ai gradi di tattilità, agli accordi di presenza tra i due corpi.

Ossa e ossicine.

Due atmosfere e due animalità.

Due età del corpo e due architetture anatomiche  a disposizione del medesimo  impianto ludico, in cui la regola oppositivadiviene origine e ragione del dialogo  dinamico e gestuale, così come scrittura della sostanza “non data a vedere”.  La  temperatura di un immaginario che si irradia dai corpi e condensa primordialità dell’azione e proiezione immaginifica.