ONDE

ONDE

.

Progetto e coreografia Simona Bertozzi

Danza Arianna Brugiolo, Rafael Candela, Valentina Foschi

 Musica originale eseguita dal vivo Luca Perciballi

Disegno luci Rocio Espana Rodriguez

Costumi Vicini d’Istanti

Organizzazione Miriana Erario

Amministrazione Roberto Berti

Ufficio stampa e comunicazione Michele Pascarella

Foto e video Luca Del Pia

Produzione Nexus 2022 in coproduzione con Festival Danza Estate, Operaestate Festival Veneto/CSC

Con il sostegno di MiC, Regione Emilia-Romagna, Comune di Bologna

Progetto iniziato in collaborazione con Dialoghi – Residenze delle Arti Performative a Villa Manin 2021, Residenza creative presso: CSC Centro per la scena contemporanea, ALMASTUDIOS Bologna, Artists in ResidenSì Bologna

Il corpo mi precede

La porta si apre e la tigre balza

Virginia Woolf, The Waves

Affidata all’impeto energetico e all’orizzonte visionario di giovani presenze e corporeità, ONDE prende forma attraverso una pratica performativa, coreografica e musicale che si apre al presente di corpi protesi e fluttuanti tra estasi, guizzi animali e curvature verso l’evanescenza.

Il ritmo scandisce le andature individuali e le azioni corali, evidenziando l’unanime ostinazione al galleggiamento e allo slancio dell’emersione. Ci si accorda al moto sonoro, a geometrie collettive e scie cosmiche, riproponendo virate e inclinazioni simili a ondate di corpi, nel loro presente vertiginoso e polifonico.

Segnare, battere, balbettare, tendere, risegnare, farsi lievi ma anche irruenti, audaci come la falena che va verso la luce anche se può bruciarla.

Di The Waves, il play-poem di Virginia Woolf, ONDE incorpora la corrente continua delle immagini e la necessità di rigenerarsi nel ritmo.

 

 

SHARE IT: